Header

« | Home | »

La treccia della befana

Cucinato da Francesca | 6 gennaio, 2008

treccia alla nutella 1

In realtà i dolciumi tipici di questa festa sono generalmente di piccole dimensioni: biscotti, cioccolatini, caramelle che vanno a riempire le famose calze della Befana… ma quando gli amici che vengono a festeggiare con noi sono tanti, è meglio preparare un dolce grande, goloso, che incontri soprattutto i gusti dei più piccoli.

Nella mia famiglia questa festa non era moto sentita, quindi i preparativi erano ridotti al minimo: la mamma mi faceva appendere la calza, non quelle colorate e decorate, ma quella del papà che essendo più grande poteva contenere più dolcetti e regalini; e non avendo il camino veniva scelta una collocazione molto meno romantica e cioè la cappa della cucina. Nonostante tutto la mattina del 6 gennaio mi svegliavo all’alba per andare a vedere cosa mi aveva portato la Befana e ancora oggi ricordo quelle mattine con molta nostalgia.

treccia alla nutella 2

Tornando al nostro dolce, ecco la ricetta:

Ingredienti:

Amalgamare la farina con le uova, lo zucchero e il burro fuso, aggiungere il lievito sciolto in poco latte tiepido e formare un impasto omogeneo. Lasciare lievitare per circa un’ora e mezza, quindi stendere l’impasto e formare delle striscie di circa 15 cm di larghezza.  Spalmare ogni striscia con ciò che più si preferisce, marmellata, crema pasticcera, cioccolato fuso (come nelle foto), arrotolare ogni striscia nel senso della lunghezza e intrecciarle in modo da formare un treccia. Chiudere bene i bordi e infornare a 180° per 20-25 minuti

Categoria: Dolci | 8 Commenti »

8 Responses to “La treccia della befana”

  1. elisa Says:
    gennaio 7th, 2008 at 12:08

    mhh..che buona questa treccia..una befana molto generosa con i propri amici!

  2. adina Says:
    gennaio 7th, 2008 at 14:45

    lasci lievitare così poco? il risultato mi pare buono comunque, eh? mmhh.. ci proverò. bacius

  3. franci Says:
    gennaio 7th, 2008 at 15:44

    si, riesce comunque a raddoppiare di volume e una volta cotta rimane bella soffice…

  4. salsadisapa Says:
    gennaio 7th, 2008 at 17:54

    splendida! lievitazione breve per pasticcione impazienti come me 🙂

  5. caravaggio Says:
    gennaio 8th, 2008 at 10:25

    ho letto bene hai origini sicule? io sono doc, anche se vivo da moltissimo a perugia e sono casalinga/crocerossina ciao

  6. Sandra Says:
    gennaio 9th, 2008 at 9:33

    bellissima mamma franci!!!!
    Slurpsss… tanti auguri a voi tre,cara!
    bacioni

  7. Elisa Says:
    gennaio 9th, 2008 at 21:34

    Franci! Che bella sorpresa! Buon Anno anche a te e buon nuovo blog! Un bravo a Marco che ha saputo forse intuire i tuoi dubbi: io pure sono stata spesso sull’orlo di abbandonare tutto, poi ci ripenso sebbene abbia bisogno dei miei tempi, ma consiglio sempre di non demoralizzarsi, di non lasciare perche’ poi ci si pente.
    Sei una mamma adesso e l’impegno piu’ grande e` per Tommaso, ti comprendo benissimo (a Natale Federico mi ha sfiancata e sono solo la zia!!), pero’ il blog e` un tuo spazio dove rifugiarti ogni volta che vorrai recuperare la parte piu’ sbarazzina di te.

    Un sereno anno a te, al piccolino e pure al bravo papa’.
    Un bacione!

  8. amosgitai Says:
    gennaio 11th, 2008 at 14:28

    Per fortuna che le vacanze sono finite ed i dolci ormai sono soltanto un lontano ricordo.
    Anche se guardare queste foto sul tuo blog arrecano danni morali non indifferenti!!!
    🙂

Comments