Header

« | Home | »

Ode alla frutta cotta

Cucinato da Francesca | 14 dicembre, 2006

Ebbene si, mi dicono che quando arriva l’inverno invecchio rapidamente… inizio a prediligere vellutate, zuppe, minestre; e anche per la frutta non faccio eccezioni!

D’altronde cosa ci posso fare: i kiwi mi provocano un fastidioso pizzicore alle labbra, le banane sono troppo sostanziose a fine pasto, mele e pere mi annoiano e dopo il primo spicchio non ne posso già più, agrumi solo se spremuti… e allora che fare per garantirmi il giusto apporto di vitamine, sali minerali e bla bla bla… cuocio tutto!!

Trovo che la frutta cotta sia più golosa… generalmente alle pere aggiungo qualche prugna secca, un po’ di zenzero, zucchero di canna e mezzo bicchiere di vino rosso. Mentre le mele sono ottime se cotte con un po’ di vino bianco e una bella spolverata di cannella.

Poi quando fuori è grigio e piovoso, la frutta cotta ti fa sentire subito meglio, ti addolcisce, ti scalda… per la frutta fresca aspettò la primavera!

Categoria: Frutta | Nessun Commento »

Comments